Today Travel

Visto per il Laos

Finalmente il Laos, terra affascinante ancora misteriosa, ti aspetta. Dalla capitale Vietiane alla storica Luang Prabang fino ai misteri archeologici come la Piana delle Giare. Il Laos ti colpira’ per la sua natura ed i suoi paesaggi meravigliosi. Come al solito fatto l’itinerario di viaggio e preparata la lista delle cose da mettere in valigia rimane solo di sapere le regole sul visto per il Laos.

In questo articolo, pubblicheremo tutte le informazioni rilevanti relative ai visti per il Laos di tipo turistico così puoi entrare nel paese sapendo esattamente cosa è richiesto.

Quanto qui riportato e’ a titolo meramente informativo. Cerchiamo di tenere aggiornata la pagina ma le regole sui visti possono cambiare senza preavviso. Pertanto, in caso di dubbi, ti consigliamo sempre di consultare il sito ufficiale del Dipartimento dell’Immigrazione del Laos (http://www.immigration.gov.la/index.html)

In ogni caso, rimaniamo a tua disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti relativi al visto per il tuo viaggio in Laos.

Articolo aggiornato a dicembre 2018

Ad eccezione dei titolari di passaporto di una delle nazioni dell’ASEAN, che godono di una esenzione dal visto, per i cittadini di tutti gli altri paesi e’ obbligatoriamente richiesto il visto per entrare in Laos. Per fare in visto ci sono 2 modalita’:

  • presso una delle ambasciate o consolati del Laos
  • direttamente all’arrivo

La rete di ambasciati e consolati laotiani e’ molto ristretta e quindi il metodo migliore e rimane quello di ottenere un visto direttamente all’arrivo in Laos.

Il visto ottenuto all’arrivo è di solito di tipo turistico singola entrata, il titolare di questo visto può rimanere in Laos per un massimo di 30 giorni e non è possibile ottenere un impiego in Laos.

Dove ottenere un visto turiatico per il Laos direttamente all’arrivo

Aeroporti internazionali:

  • Aeroporto internazionale Wattay – Vientiane
  • Aeroporto internazionale di Luang Prabang
  • Aeroporto internazionale di Pakse
  • Aeroporto internazionale di Savannakhet

Punti di confine terrestri:

 Thailand-Laos

  • Chiangkhong – Houixay, da Chiang Rai a Bokeo
  • Nakaxeng – Kaenthao, da Loei a Sayabouly
  • Houi Koln – Nam Ngeun, da Nan a Sayabouly
  • Lao-Thai Friendship Bridge I, da Nongkhai a Vientiane
  • Tha Naleng stazione ferroviaria a Vientiane
  • Lao-Thai Friendship Bridge II, da Moukdahan a Savannakhet
  • Lao-Thai Friendship Bridge III, da Nakorn Phanom a Khammouane
  • Chongmek – Vangtao, da Ubon Ratchathani a Champasack

Cambogia-Laos

  • Dong Calor – Veun Kham, dalla Cambodia a Champasack

Vietnam-Laos

  • Nameo – Banleui, da Thanh Hoa a Huaphanh
  • Namkan – Namkan, da Nge An a Xieng Khouang
  • Keoneua – Nampao (Lak Sao), da Ha tinh a Bolikhamxay
  • Laobao – Dansavanh, da Quang Tri a Savannakhet

China-Laos

  • Mohan – Boten , dallo Yunnan a Luang Namtha

Requisiti richiesti per ottenere un visto all’arrivo in Laos

Il passaporto originale con almeno 6 mesi di validità residua e una pagina vuota per il visto.
Un modulo di domanda di visto compilata e firmata dal richiedente (disponibile nei punti di confine o dconsegnato prima dell’atterraggio se si arriva in aereo).
Due fotografie recenti formato passaporto.
Tariffa per il visto (in contanti).

Costo del visto turistico per il Laos

Il costo varia in base al paese di origine del richiedente, questa la lista delle tariffe in USD:

Australia 30 Canada 42 Cina 20 India 40 Svezia 31 USA 35 Inghilterra 35 Altri paesi 30

Nota: nei fine settimana, nei giorni festivi del Laos, prima delle 8:00 e dopo le 16:00 nei giorni feriali, è previsto un supplemento di $ 1 nel tempo. Inoltre, può essere addebitata una tassa di iscrizione (2500 Kip circa).

Chi puo’ richiedere il visto all’arrivo in Laos?

Possono ottenere il visto turistico all’arrivo tutti tranne:

I cittadini dell’area economica Asean (Associazione delle Nazioni del Sud Est asiatico): Brunei, Thailandia, Malesia, Singapore, Cambogia, Vietnam, Indonesia, Myanmar, Filippine, che godono di una esenzione dal visto.

I cittadini di 29 nazioni che invece devono chiedere il visto obbligatoriamente prima di arrivare in frontiera. I paesi in oggetto sono:

Afghanistan
Algeria
Bangladesh
Burundi
Cameroon
Congo
Costa d’Avorio
Ghana
Guinea
Guinea Bissau
Giordania
Lesotho
Liberia
Libia
Mozambico
Nauru
Niger
Nigeria
Pakistan
Senegal
Sierra Leone
Sri Lanka
Suriname
Siria
Swaziland
Tonga
Turchia
Zambia
Zimbabwe